EmatologiaNews.net


News

Terapia della leucemia linfocitica cronica con analoghi delle purine ed anticorpi monoclonali.

La leucemia linfocitica cronica ( LLC ) a cellule B è un disturbo ematopoietico clonale, caratterizzato da proliferazioni ed accumulo di piccoli linfociti. E’ la più comune forma di leucemia nel Nord America ed in Europa. Il trattamento della leucemia linfocitica cronica dipende dallo stadio e dall’attività della malattia.Diversi studi randomizzati hanno indicato che la terapia citotossica con farmaci alchilanti nella fase indolente della malattia non prolunga il tempo di sopravvivenza in questi pazienti. Il Cloranbucile, con o senza steroidi, è stato per molti anni il farmaco di scelta nei pazienti con leucemia linfocitica cronica. Trattamenti alternativi, comprendenti i nuovi analoghi dei nucleosidi purinici, come Fludarabina ( Fludara ) e 2-Clorodeossiadenosina ( Cladribina; Litak ), hanno mostrato attività nella leucemia linfocitica cronica. Questi farmaci da soli o in associazione sembrano essere il trattamento di scelta per i pazienti che non rispondono alle terapie standard. Gli anticorpi monoclinali diretti contro l’antigene CD52 ( Alemtuzumab, MabCampath ) e l’antigene CD20 ( Rituximab, Rituxan, Mabthera ) hanno dimostrato una significativa attività nei pazienti con leucemia linfocitica cronica. ( Xagena2005 )Robak T, Tansfus Apher Sci 2005; 32: 33-34