EmatologiaNews.net


News

Mieloma multiplo: lo studio clinico SO232 interrotto prematuramente per la maggiore efficacia dell’associazione Desametasone e Lenalidomide

Il Southwest Oncology Group ( SWOG ) ha chiuso l’arruolamento nello studio SO232, che stava confrontando la terapia standard con Desametasone, con una terapia combinata che associava al Desametasone la Lenalidomide ( Revlimid ), nei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi.

Lo SWOG ha raccomandato che ai partecipanti allo studio sia data la possibilità di assumere la Lenalidomide con il Desametasone.

Inoltre lo SWOG ha raccomandato di impiegare un più basso dosaggio di Desametasone sulla base dei risultati preliminari di uno studio di ECOG ( Eastern Cooperative Oncology Group ), che ha mostrato che la Lenalidomide è efficace sia con gli alti dosaggi di Desametasone ( impiegati nello studio SO232 ), che con più bassi dosaggi.

Lo studio di ECOG ha anche mostrato che la combinazione di bassi dosaggi di Desametasone e Lenalidomide può fornire una migliore percentuale di sopravvivenza ad 1 anno ed una minore incidenza di effetti indesiderati rispetto alla terapia di combinazione con alti dosaggi di Desametasone e Lenalidomide nei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi.

La propria raccomandazione del Data and Safety Monitoring Committee dello studio SWOG si è basata sui risultati preliminari dello studio clinico di ECOG.

Inoltre, studi clinici hanno indicato che l’associazione Desametasone e Talidomide, un farmaco molto simile alla Lenalidomide, è superiore rispetto al solo Desametasone in termini di percentuale di risposta e di sopravvivenza libera da progressione. ( Xagena )

Fonte: SWOG, 2007